Istituto Comprensivo Tommaso Grossi > Attività scolastiche > La classe III A del plesso Sante Zennaro al Teatro alla Scala
Ultima modifica: 3 maggio 2018

La classe III A del plesso Sante Zennaro al Teatro alla Scala

Lo scorso 16 aprile la classe 3 A del plesso Sante Zennaro, accompagnata dai docenti di classe e dal Dirigente Scolastico, Dott.ssa Sandra Moroni, ha varcato le porte del teatro che più rappresenta la città di Milano nel mondo: il Teatro alla Scala. Per la rassegna “Grandi Spettacoli per i Piccoli” gli alunni hanno avuto l’opportunità di assistere alla rappresentazione dell’opera “Il barbiere di Siviglia”, presentata in forma ridotta (circa 70 minuti), con un taglio registico e drammaturgico adattato alla fruizione e alla comprensione da parte di un pubblico di giovanissimi estimatori. L’opera, musicata da Gioachino Rossini, racconta la storia d’amore tra il conte d’Almaviva e l’orfana Rosina, con l’intermediazione del famoso Figaro, il barbiere di Siviglia che escogita ogni stratagemma per far sì che i due innamorati si vedano, in barba al tutore di Rosina (Bartolo) che la tiene segregata in casa. Il fascino della Scala, il sipario in velluto rosso, la magnificenza dell’ambiente, la magia di questa “fiaba lirica”, come l’hanno definita gli alunni, e l’impegno professionale dei cantanti e dei musicisti dell’Accademia del Teatro alla Scala hanno rapito i bambini, che hanno seguito con interesse e concentrazione l’alternarsi della vicenda, sottolineando la loro partecipazione ai diversi momenti ascoltando in silenzio e applaudendo al termine delle diverse scene. L’opera lirica, in generale, è piuttosto lontana dalla quotidianità musicale di tutti noi, bambini e adulti, ma non è mai troppo presto per avvicinarsi a una forma d’ arte così completa che unisce il fascino del teatro al canto e alla musica. Al termine della rappresentazione l’entusiasmo, manifestato dai bambini nella ricerca degli autografi dei vari interpreti presenti nel foyer, ha confermato il loro gradimento per questo genere di spettacolo e il desiderio di replicare in futuro questa esperienza.