Istituto Comprensivo Tommaso Grossi > Attività scolastiche > “Noi nel mondo di Joss”, un tuffo nel Medioevo a teatro
Ultima modifica: 1 giugno 2019

“Noi nel mondo di Joss”, un tuffo nel Medioevo a teatro

Nell’ambito della rassegna teatrale Teatroscuola del Calendimaggio XXII ed., giorno 31 maggio alle ore 21.00, al teatro dell’oratorio della chiesa di Mazzo, è stata rappresentata dalla classe II sez. D della scuola secondaria, la piéce teatrale dal titolo “Noi nel mondo di Joss” tratta dal libro “Joss nel feudo di Edrom” di John Grant.

Joss, un trovatello cresciuto e istruito dai monaci dell’Abbazia di San Lorenzo, inizia il suo apprendistato con Mastro Douglas, il miglior carpentiere del feudo di Edrom. L’acutezza del suo ingegno e l’abilità nel compiere lavori di tutti i generi, unite a qualità umane non comuni in un ragazzo della sua età, lo porteranno ad affrontare con coraggio prove di ogni tipo e gli procureranno l’amicizia e la stima del conte in persona. Nella commedia rappresentata dalla classe, il ruolo di Joss è stato magistralmente interpretato da due alunne per dare maggior spessore all’introspezione psicologica del personaggio che, attraverso i dialoghi e i soliloqui, riesce ad affrontare le varie situazioni che si presentano: il duro lavoro e lo sfruttamento senza diritti, l’epidemia della peste, il crollo dell’abbazia. I ragazzi sono stati bravissimi e hanno divertito il pubblico perché, nonostante le tematiche trattate, tutta la storia era farcite di gag, battute, comicità e ironia, Il pubblico, formato da genitori, compagni delle altre classi e insegnanti, ha apprezzato lo spettacolo con grandi applausi e complimenti.

Lo spettacolo si inserisce nella rassegna teatrale del Calendimaggio, “Teatroscuola” che raccoglie, quest’anno, circa 30 spettacoli di tutte le scuole del territorio di Rho e Arese e nell’Unità di apprendimento Umana-mente del nostro Istituto comprensivo. Il regista dello spettacolo, Dario Tomasoni, ha avuto la collaborazione del prof. Matteo Fraccaro, della prof.ssa Masi Sartori, della prof.ssa Fabiola Quieti e della prof.ssa Sabina Saccoccia per la scenografia. Alla fine dello spettacolo, i genitori hanno offerto, a tutti gli insegnanti presenti, degli omaggi floreali per ringraziarli della piacevole serata.