Ultima modifica: 9 giugno 2018

Valutazione

In questa pagina si pubblicano i documenti elaborati e approvati dal Collegio dei Docenti in ottemperanza al Dlgs. 62/2017, alla nota esplicativa n. 1865 del 10 ottobre 2017, ai Decreti Ministeriali n. 741 e 742/2017 che hanno introdotto significative variazioni in tema di Valutazione, Esami di Stato Conclusivi del I ciclo di Istruzione e Certificazione delle Competenze.

All. A al DM 742/2017 Modello certificazione competenze scuola primaria

All. B al DM 742/2017 Modello certificazione competenze al termine del primo ciclo

 

Circolare interna n. 90_il Dlgs n. 62-2017_riassunto per i GENITORI

 

VALUTAZIONE DEL COMPORTAMENTO 

“La valutazione del comportamento si riferisce allo sviluppo delle competenze di cittadinanza. Il Patto educativo di corresponsabilità, lo Statuto delle studentesse e degli studenti (per la scuola secondaria)  e i regolamenti approvati dalle istituzioni scolastiche ne costituiscono i riferimenti essenziali.”               (D. L.  n. 62  del 13 aprile 2017, art. 1 c. 3)

SCUOLA PRIMARIA_VALUTAZIONE DEL COMPORTAMENTO

SCUOLA SECONDARIA_VALUTAZIONE DEL COMPORTAMENTO

DELIBERA DI DEROGA AL LIMITE DI ASSENZE

Delibera del Collegio dei Docenti_16 gennaio 2018

VALUTAZIONE DELLE DISCIPLINE

Oggetto della valutazione è il processo formativo e i risultati di apprendimento degli alunni, mentre la sua finalità, formativa ed educativa, concorre al miglioramento degli apprendimenti e al successo formativo degli stessi, documenta lo sviluppo dell’identità personale e promuove l’autovalutazione di ciascuno in relazione alle acquisizioni di conoscenze, abilità e competenze (D. Lgs. 62 del 2017). In aderenza a quanto disposto nel DPR 122 del 2009, anche il decreto 62 intende la valutazione come espressione dell’autonomia professionale dei docenti sulla base dei criteri e delle modalità di valutazioni definiti dal collegio dei docenti e inseriti nel piano triennale dell’offerta formativa.

La valutazione periodica e finale degli apprendimenti, ivi compresa la valutazione dell’esame di Stato, per ciascuna delle discipline di studio previste dalle Indicazioni Nazionali per il curricolo, rimane espressa con votazioni in decimi che indicano differenti livelli di apprendimento.

Per ogni singolo alunno si prevedono osservazioni sistematiche sul processo di apprendimento e sui livelli di maturazione raggiunti, e osservazioni sistematiche sul livello di maturazione raggiunto sia globalmente sia nelle singole discipline. Pur considerando che la valutazione di ogni singolo alunno fa riferimento alle sue capacità e potenzialità, per la descrizione del livello globale di sviluppo raggiunto, l’istituto scolastico, in virtù dell’autonomia scolastica e allo scopo di garantire all’interno dei consigli con funzione giudicante un’uniformità nell’azione valutativa, condivide l’uso di una stessa terminologia descrittiva. Da qui la determinazione di criteri e modalità di valutazione per assicurare omogeneità, equità, e trasparenza della valutazione, nel rispetto della libertà di insegnamento.

Primaria_Educazioni

Primaria_Geografia

Primaria_Inglese

Primaria_Italiano

Primaria_Matematica

Primaria_Scienze

Primaria_Storia

Secondaria_Arte e Immagine

Secondaria_Italiano Storia Geografia

Secondaria_Lingue straniere

Secondaria_Matematica e Scienze

Secondaria_Musica

Secondaria_Scienze Motorie

Secondaria_Tecnologia

VALUTAZIONE DELL’INSEGNAMENTO DELLA RELIGIONE CATTOLICA – IRC

Primaria_IRC

Secondaria_IRC

CRITERI PER L’AMMISSIONE ALLA CLASSE SUCCESSIVA E ALL’ESAME DI STATO

In base all’art. 6 del D.lgs 62/17 l’alunno viene ammesso alla classe successiva anche nel caso di parziale o mancata acquisizione dei livelli di apprendimento in una o più discipline, quindi anche se in sede di scrutinio finale viene attribuita una valutazione con voto inferiore a 6/10 da riportare sul documento di valutazione.

Per contro, in sede di scrutinio finale, il Consiglio di Classe, con adeguata motivazione e tenuto conto dei criteri definiti dal Collegio dei Docenti, può non ammettere l’alunno nel caso di parziale o mancata acquisizione dei livelli di apprendimento in una o più discipline (voto inferiore a 6/10). La non ammissione viene deliberata a maggioranza.Nella seduta del 15 maggio 2018 il Collegio dei Docenti dell’Istituto Comprensivo Tommaso Grossi ha deliberato i seguenti criteri per l’ammissione alla classe successiva e all’Esame di Stato conclusivo del I ciclo di istruzione per la formulazione del voto di ammissione all’Esame

LIVELLO GLOBALE DI SVILUPPO DEGLI APPRENDIMENTI – scuola secondaria di primo grado

Nella stessa seduta del 15 maggio il Collegio dei Docenti ha approvato la seguente tabella per la formulazione dei giudizi relativi al livello globale di sviluppo degli apprendimenti